Infotrial alla Scottish Six Days Trial 2022.Diario del Sabato, l’ultimo giorno di gara

Infotrial alla Scottish Six Days Trial 2022.Diario del Sabato, l’ultimo giorno di gara

8 Maggio 2022 0 Di infotrial2020

Puoi vedere le pecore attraversare la zona mentre il pilota sta per partire.

Percorri oltre 800 km con il meteo che cambia continuamente, passando in luoghi dove il tempo si è fermato.

Dopo cinque giornate vedi il traguardo più vicino.

Quando sabato mattina alla partenza ti consegnano la tabella di gara che, segna “solo” 60 miglia e 6 ore e 20 a disposizione, questa sensazione di “ormai è finita” aumenta.

Quando vedi le colline che circondano un lago sulle cui rive è stata costruita una casa ti sembra di essere in gita.

Prima ti emozioni davanti ad una condotta forzata, dopo maledici quel pezzo interminabile di oltre 20 km che, si sviluppa interamente in mezzo alla brughiera, interrotto solo da zone disegnate su cascate di pietra nera.

Infine su strade bianche arrivi a Fort William e ti sembra di essere arrivato…

Ma non è così perché manca l’ultimo gruppo di zone, quelle dove per i migliori si decide la SSDT.

Inoltre fino alla fine trovi le infide blackwater che inghiottiscono la moto.

Quando arrivi al time control è una liberazione.

Le ultime 7 miglia della SSDT sono su asfalto, preghi solo che la moto non accusi problemi e le percorri con un mix di felicità ed angoscia.

Arrivare ai piedi della Town Hall Brae, l’ultima zona della SSDT e vederla circondata dal pubblico ripaga di tutto lo sforzo fatto per arrivare alla fine.

Ultima sezione che affronti a cuor leggero prima di salire sul palco di arrivo ed iniziare a festeggiare.

Finisce così la SSDT 2022 vinta da Dougie Lampkin per la tredicesima volta, a 28 anni di distanza dal primo successo, dove Filippo Locca chiude al 45° posto, Davide Coppi è 56°, il debuttante Gian Maria Julita 97°, Christian Valeri 237°, Paolo Broganelli 253° ed Alessandro Merlo 255°.

CLASSIFICHE FINALI

GALLERIA FOTOGRAFICA